LA TRICOPIGMENTAZIONE

di Monika Fabris
In molti casi la perdita dei capelli è causata dallo stress, e alimentata  dal disagio psicologico che questa comporta. A volte basta una leggera stempiatura per incrinare la sicurezza di sé. Quando la perdita dei capelli colpisce donne o persone giovane lo stato di angoscia può essere davvero molto intenso.
Soprattutto nelle  donne, i risvolti psicologici sono più preoccupanti che nell'uomo.  Perdere i capelli per una donna può  compromettere la  propria femminilità. I capelli influenzano la piacevolezza estetica del  viso ed inoltre la calvizia femminile, è meno accettata di quella maschile.
La tricopigmentazione è una tecnica specifica di  micropigmentazione del cuoio capelluto. Non ha controindicazioni e consente, in modo sicuro, di camuffare la calvizia o il diradamento  dei capelli sia sull' uomo che sulla donna. La tricopigmentazione prevede diverse tecniche, a seconda della tipologia di calvizia da trattare e a seconda della lunghezza dei  capelli desiderata. L'effetto rasato si ottiene attraverso un deposito microscopico puntiforme e controllato di un pigmento specifico di colore. Per le zone diradate con capelli più lunghi, invece, si utilizza l'effetto infoltimento. In entrambi i casi si cerca di ottenere il risultato più realistico e naturale possibile. La tricopigmentazione è un intervento estetico, non invasivo, comporta solo un lieve pizzicore percepito al momento della  pigmentazione e si svolge in solo 2 sedute. Questa tecnica innovativa, sempre più spesso viene  richiesta dai medici, che la considerano un completamento all' autotrapianto, dando un valore aggiunto all'operato del chirurgo.

Infatti viene utilizzata per rinforzare ulteriormente zone che, per scarsità di donazione o di Ilattecchimento dei bulbi trapiantati, tendono ad essere piuttosto diradate. Inoltre, si utilizza, per creare un perfetto camouflage delle cicatrici di prelievo delle aree degli innesti, e per qualsiasi cicatrice del cuoio capelluto. È un trattamento reversibile, anallergico e biocompatibile.  Dopo un'accurata ricerca ho scelto di utilizzare i pigmenti della Swiss Color. I pigmenti OS sono prodotti in Svizzera con sostanze altamente selezionate e rispondono alla normativa ResAp 2008 (1), oltre che alla più restrittiva regolamentazione Svizzera.
I pigmenti Swiss Color OS sono gli unici al mondo ad essere privi di 
- Qualsiasi sostanza AZO e metalli pesanti
- Qualsiasi Ammine aromatiche
- Idrocarburi policiclici aromatici ph
- Nitrosodiethanolamine (NDELA)
Sostanze che sono risultate essere cancerogene se introdotte nella pelle dell'uomo. Le motivazioni che possono portare una persona ad avvicinarsi alla tricopigmentazione sono molteplici. Alcune persone vogliono sembrare più giovani, altre coprire dei difetti. Per questo non esiste un trattamento standard, ma è di assoluta importanza la personalizzazione del  trattamento, la consulenza, lo studio e la progettazione prima di iniziare la pigmentazione.

Lascia un commento