UN TATUAGGIO È PER SEMPRE?

di Monika Fabris
Stanchi o pentiti del vostro tatuaggio? L'era della grande rinascita del tatuaggio lo ha liberato dai pregiudizi a cui era legato ma ha causato anche tanti obbrobri e pentimenti.
Un amore finito, un simbolo in cui non ci identifichiamo più, un disegno  mal riuscito o sbiadito.... un tatuaggio è per sempre??? Ora non più. Molte sono le tecniche proposte per togliere un tatoo. Ma rimuoverlo può essere anche pericoloso.
Collaboro con i chirurghi estetici e conosco i laser. Fino a poco tempo fa si  utilizzava solo i laser CO2, che rischiava di creare una cicatrice "patologica". Ho visto immagini di tatuaggi al negativo e cheloidi della stessa forma del tatuaggio che si voleva eliminare. Oggi esistono laser che promettono miracoli e riducono il rischio di cicatrici. Il laser produce un’onda elettromagnetica e sprigiona energia che, quando impatta con la cute, crea un effetto di fotomeccanica e “frantuma il colore”. L’eliminazione del tatuaggio avviene attraverso i macrofagi, le “cellule spazzine” del nostro corpo, che vengono attivate per “ripulire” la cute, utilizzando il sistema  linfatico. 

Frantumare il colore significa spezzettarlo e farlo entrare in circolo nel corpo. Ma se il pigmento che é stato usato contiene metalli pesanti, Ammine aromatiche e sostanze cancerogene, anche queste entrano in circolo nel corpo e trasportate dal sistema linfatico  si concentrano nei linfonodi.
Quindi il rischio di rimuovere un tatoo con il laser va ben oltre il pericolo di formare una cicatrice. Praticando un trattamento specifico di micropigmentazione, è possibile rimuovere un tatuaggio senza rischi per la salute e per il derma. Grazie al deposito di una soluzione fisiologica salina, che richiama il pigmento in superficie, si ottiene l'espulsione di questo tramite l'epidermide.
È necessario sottoporsi a 2/3 sedute, a distanza di 1 mese una dall'altra, a seconda del tipo di tatuaggio. Una consulenza  preventiva, l'analisi del tatuaggio e la cura post trattamento sono indispensabili per la buona riuscita dell'intervento.

Lascia un commento